Covid-19: il credito d’imposta per il canone di locazione di negozi e botteghe

Il governo è recentemente intervenuto a favore di piccole imprese e botteghe in merito al pagamento del canone locativo nella locazione di immobili destinati ad uso diverso dall’abitazione.

Al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza sanitaria da COVID-19, il governo, pur non avendo concesso la sospensione del pagamento del canone di locazione, ha previsto il riconoscimento a favore dei soggetti esercenti attività d’impresa, per l’anno 2020, di un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria di negozi e botteghe (categoria catastale C/1).

A tal proposito è intervenuta l’Agenzia delle Entrate fornendo il seguente chiarimento: il credito d’imposta è riconosciuto solo sui canoni effettivamente pagati. Perciò, un canone di locazione non pagato non produce il credito d’imposta in quanto la norma intende ricompensare il conduttore per il canone versato a fronte della sospensione dell’attività di impresa in questo periodo.

Osservatorio COVID-19 – Giuffrè Francis Lefebvre

 

 

La presenza di amianto nel tetto e di infiltrazioni di acqua piovana non autorizza a non pagare il canone di locazione dell’immobile

La Corte di Cassazione ha escluso la legittimità della condotta dell’inquilino, che aveva sospeso il pagamento del canone di locazione per aver il proprietario celato la copertura in amianto del fabbricato nonché per non aver posto in essere gli interventi necessari a far cessare le infiltrazioni di acqua piovana.

«In tema di locazione il conduttore non può astenersi dal versare il canone, ovvero di ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si verifichi una riduzione o una diminuzione nel godimento del bene, e ciò anche quando si ritenga che tale evento sia ricollegabile al fatto del locatore, atteso che la sospensione totale o parziale dell’adempimento dell’obbligazione del conduttore è legittima soltanto qualora Continua a leggere “La presenza di amianto nel tetto e di infiltrazioni di acqua piovana non autorizza a non pagare il canone di locazione dell’immobile”